TUTA E BON TON

TUTA E BON TON

TUTA E BON TON

di Nicola Santini- esperto di etichetta e autore di NON LO FACCIO PIU’

Si fa presto a dire tuta.

L’indumento che divide: tra sport, vita di casa, sensualità e nuovi snobismi.

Galateo e tuta nella stessa frase possono far rabbrividire. Spesso a ragion veduta. Eppure dalla tuta non si sottrae nessuno, a patto che si capisca fin dalla prima riga che c’è tuta e tuta.

Da qui si parte, da qui si finisce.

C’è quella per la palestra, sportiva, tecnica a più non posso, o basica e funzionale, che risponde a una regola sola ma rigidissima: si indossa solo per fare sport, arriva in borsa, ritorna in borsa, non passa per la strada che si fa da casa al club. E profuma di pulito praticamente ogni giorno. Punto.

C’è chi la vede come una divisa e ne compra 3-4 in serie, tutte uguali, una volta trovata e accolta la propria formula, non separandosene più. C’è chi non vede l’ora che sia consumata e porti i segni delle fatiche passate su tapis roulant e bilanceri ed appartiene a una diversa scuola di pensiero e chi, infine vede la tuta come un qualsiasi outfit da esibire per cui si mette a caccia dell’ultimo modello, seguendo colori, tagli e brand dell’ultimo grido, scegliendo accuratamente scarpe da ginnastica (capitolo a parte, il mondo sneakers) e vede la palestra o il circolo di tennis come una passerella. Chi ha ragione? Tutti. Perché la vera eleganza sta nell’essere a proprio agio in qualsiasi contesto, basta sentirsi nei propri panni.

Negli anni poi la tuta è diventata un capo di abbigliamento con una sua grammatica anche nel tempo libero. E non parliamo del capo per i lavori di casa nascosto nello sgabuzzino, ma di capi in cachemire, ciniglia, cotoni di buona tessitura, rigorosamente a tinta unita e nei tagli più semplici con le uniche varianti zip, v neck e girocollo. Abbinate a una furlana e a una calza giusta, vanno bene anche per ricevere in casa in occasioni formali. Tutto sta (passatemela) nel gioiello col quale si accompagna. Tuta in cachemire e carato al dito, risultato garantito!

Lasciamo stare invece quelle a zampa di elefante, quelle che regalano vitini da vespa e quelle pailettate. Fanno subito badante a caccia di una svolta.

Vi informiamo che, per migliorare la Sua esperienza di navigazione su questo Sito, (Palmanova Outlet Village) utilizza dei cookies. La Stessa impiega diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione e cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina Informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. – ed artt 13-14 del REG UE 679/16