Sciarpa e Bon Ton

Sciarpa e Bon Ton

Sciarpa e Bon Ton

di Nicola Santini- esperto di etichetta e autore di NON LO FACCIO PIU’

Uomini, donne e sciarpe: 10 comandamenti per amarle e onorarle fin che cappio non ci separi.

“Life begins at the end of your comfort zone”. Credo talmente tanto in questa frase che me la sono stampata su un magnete e messa di fronte al frigo (servisse...).

Tutto questo preambolo per introdurre quello che nel guardaroba rappresenta la comfort zone, il kit di emergenza, la consolatrice degli afflitti per eccellenza, ovvero la sciarpa.

La sciarpa è un oggetto da amare, perché occupa poco spazio nel cambio armadi, riesce a dare carattere anche all’outfit più banale, può rappresentare da sola lo spartiacque tra un look da giorno e un look da sera e se sapete indossarla senza sembrare un esorcista o un candidato all’impiccagione, può essere veramente chic oltre che utile.

Di seta, velluto rasato, con inserti preziosi su un classico e non impegnativo tailleur o tubino, trasforma l’appeal in un secondo: aggiungete un rossetto rosso e una scarpa adatta e non dovrete correre a cambiarvi.

Grande, tricottata, o liscissima in tessuto caldo, può sostituire il soprabito nelle giornate più tiepide.

E per lui, alleata della cravatta, può rappresentare la nota di colore su un cappotto tradizionale cappotto blu o cammello, facendo sembrare l’inverno meno freddo e più variopinto.

E anche quando decidiamo di puntare su griffe e nomi importanti, la garanzia, in proporzione, naturalmente, è una: minima spesa, massima resa.

Ma veniamo ai comandamenti, perché per quanto bella, utile e poco impegnativa possa sembrare, anche la sciarpa ha il suo bon ton.

  1. La sciarpa non si porta all’interno. A meno che non sia un complemento di un outfit nato come tale, ma solo in occasioni specifiche e con look specifici (leggi: se è uscita in passerella così, chiudiamo un occhio).
  2. Non lasciamoci tentare dalle mezze misure: l’effetto deve essere super casual o elegantissimo. (leggi: o deve sembrare buttata a casaccio, o controllate ogni singolo centimetro perché faccia il suo effetto)
  3. La sciarpa non è un arbre magique, non va imbevuta nel profumo. Bello che ricordi qualcosa di noi non della boccetta in cui le abbiamo fatto il bagno, che in ogni caso non sostituisce la visita alla tintoria di tanto in tanto.
  4. Evitiamo l’effetto “quella delle sciarpe”. Possiamo averne anche mille, però non cadiamo nel compulsivo: la qualità e l’originalità premiano sempre.
  5. Quando si occupa una sedia la sciarpa si lascia sullo schienale e non sulla seduta.
  6. Se le temperature sono polari e la sciarpa arriva a coprire la bocca, facciamo uno sforzo e abbassiamola quando diamo il buongiorno e durante le presentazioni.
  7. Ricordiamo che l’effetto tacchino è sempre in agguato. Prima di un acquisto è bene provarla, vederne dimensioni e proporzioni indosso e capire se la fantasia che ci conquista quando è stesa e dritta, farà lo stesso effetto anche indosso (spesso no).
  8. L’effetto di una sciarpa deve essere di leggerezza: guai a creare un volume eccessivo sotto giacche e cappotti con tutta la fatica che facciamo a stare nelle taglie.
  9. Se decidiamo di regalarne una comprata in un viaggio esotico, ricordiamo che nel 99% dei casi, sta bene solo nel Paese dove la compriamo, anche se è lo stesso dove vengono prodotte quelle che troviamo nelle boutique con un gusto più simile al nostro. L’etnico raramente dona.
  10. E soprattutto sciarpa prestata, sciarpa regalata. Non è una regola, ma sappiamo come va a finire.

Vi informiamo che, per migliorare la Sua esperienza di navigazione su questo Sito, (Palmanova Outlet Village) utilizza dei cookies. La Stessa impiega diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione e cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina Informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. – ed artt 13-14 del REG UE 679/16